fascia 01

FLORA

Fiorume LOmbardo e Rinaturazioni con piante Autoctone

FEASR – Programma di Sviluppo Rurale 2007-2013

MISURA 124

Cooperazione per lo sviluppo di nuovi prodotti, processi e tecnologie nel settore agricolo e alimentare e in quello forestale

  

Il progetto F.Lo.R.A. (Fiorume LOmbardo e Rinaturazioni con piante Autoctone) ha previsto il trasferimento di tecnologie e conoscenze circa l’impiego di materiale vegetale autoctono (piante in vaso e miscugli di semi) per rinaturazioni su vasta scala, acquisite dal Centro Flora Autoctona della Lombardia (CFA), a vivaisti ed agricoltori lombardi.

A questo scopo, sono stati esaminati in particolare due nuovi prodotti da immettere sul mercato regionale e, potenzialmente, nazionale: piante autoctone in vaso e miscugli per la preservazione ai sensi della Direttiva 2010/60/UE (con particolare riferimento al fiorume). Entrambe le tipologie di prodotto sono già state sottoposte dal CFA a ricerca applicativa e sperimentazione in progetti specifici (POT PLANT per le piante in vaso e RISPOSTA per il fiorume); tali progetti hanno verificato la potenzialità delle tecniche, rendendo finalmente possibile l’avvio della effettiva produzione a piena scala di materiale da impiegare per ripristini ambientali e compensazioni collegate a grandi interventi in aree protette.

Il progetto ha visto il coinvolgimento del Distretto Florovivaistico Alto Lombardo (capofila), di 11 aziende afferenti al Distretto stesso, della Fondazione Fojanini e di due enti del CFA (Fondazione Minoprio e Parco Monte Barro).

Gli obiettivi principali del progetto sono stati:

  • caratterizzazione dei prati donatori per la raccolta di miscugli per la preservazione e produzione di circa 2 quintali di sementi, con particolare riferimento al fiorume;
  • produzione vivaistica di almeno 55.000 piante in vaso appartenenti ad almeno 10 specie, con ruolo complementare rispetto ai miscugli e precise caratteristiche biotecniche (bassa manutenzione, radicazione estensiva o intensiva, ecc.), estetiche e naturalistiche;
  • certificazione ed etichettatura da parte del CFA della filiera produttiva di miscugli e piante e del materiale prodotto, e costante monitoraggio dei processi produttivi attraverso i software di gestione del CFA, in modo da permettere alle aziende produttrici di soddisfare quanto prima le richieste del mercato.

Il progetto ha avuto una durata di 18 mesi, dal luglio 2012 al gennaio 2014.

 

Back to Top