fascia 01

Hamatocaulis vernicosus (Mitt.) Hedenäs

Hamatocaulis GBrusa 01

muschio a falce brillante

 

Ordine: Hypnales
Famiglia: Scorpidiaceae

 

iconaPDF xsmScarica il pdf della scheda (517Kb)

 

 

 

 

 

 

 

Distribuzione: H. vernicosus, conosciuto anche con il vecchio nome scientifico di Drepanocladus vernicosus, è un muschio presente in Nord e Sud America, Asia e forse anche nel Nord Africa. È piuttosto diffuso in tutta Europa, tranne nelle regioni mediterranee. In Italia, è segnalato in Emilia-Romagna e in tutte le regioni dell’arco alpino, tranne che in Piemonte. In Lombardia è stato erroneamente segnalato nel passato in diverse località dell’arco alpino per confusione con specie simili; allo stato attuale, è stato accertato in due biotopi, nelle province di Como e di Varese.

Identificazione: H. vernicosus presenta fusti striscianti o ascendenti, lunghi anche una decina di centimetri Camera icon 03. I rami laterali sono disposti perpendicolarmente al fusto principale e con una disposizione regolare (pennata). Le foglie sono giallastre e presentano una base ampia e un apice progressivamente ristretto e ricurvo (foglie forma falcata); l’apice fogliare è rivolto dalla stessa parte su fusti e rami, che presentano così un aspetto uncinato alla loro estremità Camera icon 03. Se le piante crescono in piena luce, quindi in condizioni ottimali, la parte terminale dei fusti e soprattutto la base fogliare presentano un caratteristico colore rosso. Lo “sporofito” (parte della pianta che tipicamente produce le spore nei muschi) è rarissimo.

Specie simili: questo muschio può essere scambiato con altre specie che appartengono alla famiglia delle Amblystegiaceae, che attualmente è stata però smembrata in diverse famiglie. Si differenzia soprattutto per la combinazione dei seguenti caratteri macroscopici: disposizione pennata dei rami laterali; colorazione delle piante gialla o giallo-verdastra, in genere con la parte terminale del fusto rossa; parte terminale di fusti e rami distintamente uncinata, con gli apici delle foglie curvati indietro. Queste due ultime caratteristiche possono essere esaminate tramite una lente d’ingrandimento di almeno 10x. L’esame di altre caratteristiche al microscopio è normalmente necessario per una conferma di questa specie, ma richiede molta esperienza.

Biologia ed ecologia: sembra che questo muschio si riproduca raramente tramite spore. La riproduzione vegetativa, che avviene da rami e fusti o frammenti di essi, sembra perciò essere il meccanismo principale. H. vernicosus presenta un’ecologia peculiare, perché cresce in torbiere dove la torba acida, indicata dalla presenza di sfagni, è irrorata da acqua sorgiva a reazione neutra o leggermente alcalina. È segnalato su un ampio intervallo altitudinale, anche se preferisce località sotto ai 1400 m di quota. Preferisce condizioni di piena luce.

Stato di conservazione: la specie è inserita nell’allegato II della “Direttiva Habitat”. È a divieto assoluto di raccolta secondo la Legge Regionale 10/2008. H. vernicosus è probabilmente raro e in via di ulteriore progressiva rarefazione a causa dell’evoluzione delle aree umide, con eccessivo sviluppo della vegetazione erbacea e quindi di quella arbustiva e arborea. Anche l’inquinamento delle acque può aver influito sulla rarità di questo muschio. Inoltre, sembra riprodursi unicamente per via vegetativa, condizione che ne limita fortemente la capacità di dispersione.

Note per la ricerca: H. vernicosus cresce con sparsi fusti frammisti a quelli di altre specie di muschi oppure forma dei piccoli gruppi. La specie è osservabile tutto l’anno, compatibilmente con la presenza di ghiaccio e l’accessibilità dei luoghi causa l’innevamento. Il periodo ideale è comunque quello antecedente allo sviluppo della vegetazione erbacea (primavera e inizio estate), che può mascherare le piante di H. vernicosus.

 

 icona foto dettaglioCosa fotografare: la pianta intera (“gametofito”). Occorre utilizzare la modalità macro se disponibile sul dispositivo. In alternativa è possibile appoggiare una lente di ingrandimento sul sensore; in tal modo è possibile ingrandire il soggetto e scattare una fotografia macro in modalità artigianale. 

 

Ulteriori informazioni si possono trovare alla pagina dedicata alle briofite di interesse comunitario.

 

Citazione consigliata: Brusa G., Raimondi B., 2020. Stato delle conoscenze sulla distribuzione delle specie vegetali degli Allegati della Direttiva Habitat (92/43/CEE) in Lombardia: Hamatocaulis vernicosus. Società Botanica Italiana - Sez. Lombarda, Osservatorio Regionale per la Biodiversità di Regione Lombardia.

Questa scheda è stata realizzata nell'ambito del progetto LIFE IP GESTIRE2020.

Banner LIFE 01

 Banner LIFE 02

 

 

Per richieste di informazioni sulle campagne si vedano i contatti.

La nomenclatura delle specie floristiche fa riferimento a: Conti F., Abbate G., Alessandrini A., Blasi C. (eds.), 2005. An annotated checklist of the Italian vascular flora. Palombi Editori, Roma.

Back to Top