fascia 01

Bombina variegata  

geotritone di strinati

Ululone dal ventre giallo

 

iconaPDF xsmScarica il pdf della scheda 

 

 

Classe: Amphibia

Ordine: Anura

Famiglia: Bombinatoridae

 

Distribuzione in Lombardia: ha una distribuzione piuttosto localizzata, dalla provincia di Brescia a quella di Lecco che rappresenta il limite occidentale del suo areale italiano. Frequenta le aree prealpine soprattutto sopra i 900 m s.l.m., mentre a quote inferiori risulta più raro. In provincia di Bergamo è presente in particolare nei settori sud-ovest e sud del Parco delle Orobie bergamasche, con popolazioni in genere poco numerose. Salamandrina perspicillata 2

Identificazione: l’ululone dal ventre giallo è un “rospo” relativamente piccolo, avendo una lunghezza compresa tra i 3,5 e i 5 cm. Il corpo è color sabbia bagnata ed è ricoperto di verruche, il ventre invece è giallo con macchie grigio-blu. Gli occhi sono sporgenti e le pupille sono a forma di cuore o triangolo rovesciato; il suo richiamo ha un suono sordo, basso ma udibile da una certa distanza (“uh uh uh”). L’ululone depone le uova in stagni e pozze poco profonde e prive di vegetazione. Passa la prima metà dell’estate in acqua, poi in zone limitrofe e spesso anche in boschi poco fitti. L’ibernazione avviene a terra. 

Specie simili: la specie è difficilmente confondibile con altre specie di anuri.

Biologia ed ecologia: è un anfibio particolarmente legato ad ambienti acquatici di natura antropica, ma frequenta anche ambienti effimeri (pozzanghere) e torrenti. Sulle Prealpi lombarde lo si rinviene soprattutto in aree di alpeggio, dove è per lo più legato ad habitat riproduttivi di origine antropica quali pozze di abbeverata e abbeveratoi. A seconda della quota e del microclima, inizia l’attività tra fine marzo e giugno e va in latenza tra settembre e novembre.

Stato di conservazione: è inserito negli allegati II e IV della “Direttiva Habitat”, in appendice II della Convenzione di Berna ed è protetto dalla legislazione italiana. Valutata specie “Least Concerned” (LC- minor Preoccupazione) nella “Lista Rossa IUCN dei Vertebrati Italiani”. È una specie poco comune, in declino in Lombardia, che ha sofferto l’abbandono di tradizionali pratiche agro silvo pastorali, che garantivano la sopravvivenza degli ambienti acquatici in cui si riproduce, ma è in grado di ricolonizzare piccole aree umide appositamente sistemate.

 

Per richieste di informazioni sulle campagne si vedano i contatti.

 

Back to Top