fascia 01

Ichthyosaura alpestris   

Tritone alpestre

Tritone alpestre

 

iconaPDF xsmScarica il pdf della scheda 

 

 

Classe: Amphibia

Ordine: Caudata

Famiglia: Salamandridae

 

Distribuzione in Lombardia: sulle Alpi lombarde la presenza del tritone alpestre (ssp alpestris) è stata accertata in una dozzina di località, raggruppate in tre aree separate e riferibili rispettivamente ai territori di Bormio (SO) e della Valfurva, alla Val Malenco e alla Val Chiavenna tra Madesimo (SO) e Campodolcino (SO). La distribuzione altitudinale è compresa tra 1.300 e 2.100 m di quota. Il tritone alpestre (ssp apuanus) è presente anche in Oltrepò pavese, sui versanti delle Valli Staffora e Tidone, dove sono state censite oltre venti stazioni riproduttive, distribuite nella fascia montana e di alta collina, tra 450 e 1.380 m di altitudine. tritone alpestre 2

Identificazione: tritone di struttura piuttosto esile, che raggiunge al massimo gli 11 cm di lunghezza (le femmine). Il ventre è di color arancione in entrambi i sessi. Nel maschio, più piccolo della femmina, i lati del capo e del corpo sono percorsi da una banda bianco-argentea con macchioline nere; durante il periodo riproduttivo presenta una cresta scura maculata di bianco ed un’attraente tinta blu sui fianchi confinante con il lato ventrale arancione uniforme. Le parti superiori della femmina sono invece brunastre, grigie, verdastre o quasi nere, spesso con un'evidente marmorizzazione. 

Specie simili: spesso condivide l’habitat con il tritone punteggiato (Lissotriton vulgaris) e con il tritone crestato (Triturus carnifex) dai quali è però distinguibile per la livrea.

Biologia ed ecologia: è molto legato all’acqua e predilige raccolte d’acqua di dimensioni modeste, sia naturali sia di origine artificiale, come cisterne e abbeveratoi, spesso condivise con il Tritone crestato italiano e, più raramente, con il tritone punteggiato; occasionalmente la riproduzione può avvenire anche in pozze di torrente a lento deflusso. Non di rado una parte della popolazione adulta può stazionare nelle raccolte permanenti durante l’intero anno. Gli individui che svernano in acqua mantengono un certo livello di attività anche nei mesi più freddi, quando le raccolte sono ricoperte da uno strato di ghiaccio.

Stato di conservazione: sebbene non sia inserito in alcun allegato della “Direttiva Habitat” e valutata come “Least Concern” (LC - minor preoccupazione) nella “Lista Rossa IUCN dei Vertebrati Italiani”, il tritone alpestre (ssp alpestris) è presente in Lombardia con piccole popolazioni spesso tra loro isolate, per questo risulta tra le specie più minacciate per le quali si rendono urgenti iniziative di conservazione. È in appendice III della Convenzione di Berna e protetto dalla legislazione italiana. La sottospecie “apuanus” presente in Oltrepò è classificata come “Near Threatened” (NT - quasi minacciata), al limite dall’essere considerata “Vulnerable” (VU - vulnerabile).

 

Per richieste di informazioni sulle campagne si vedano i contatti.

 

Back to Top