Vipera aspis (Linnaeus, 1758)

Da Legge regionale 10 - Flora e piccola fauna protette in Lombardia.
Versione del 6 feb 2011 alle 20:37 di Ct50ct (discussione | contributi)
(diff) ← Versione meno recente | Versione attuale (diff) | Versione più recente → (diff)
Jump to navigation Jump to search

Vipera comune B2

Leg zoo 002.jpg 75 cm Fam. Viperidae
V32 Vipera aspis.jpg La colorazione dorsale varia dal grigio al bruno rossiccio fino al giallastro; l’ornamentazione dorsale delle vipere comuni lombarde è generalmente caratterizzata da una serie di barre nere alternate.

Il ventre è scuro; spesso il tratto finale della parte ventrale della coda può essere giallo-arancione. Il capo è di spiccata forma triangolare con la punta del muso rivolta verso l’alto e le squame molto piccole: gli occhi hanno la pupilla ellittica disposta verticalmente.

La vipera comune è un serpente esigente che predilige le aree ad elevata naturalità; questo fatto è dimostrato dalla sua progressiva rarefazione in Pianura Padana.

Si tratta di una specie ovovivipara che partorisce, in genere, da otto a dieci piccoli verso la fine dell’estate.




Dalla pianura fino a circa 2200 m s.l.m.

Margini di radure nei pressi di boschi mesofili ad elevata naturalità, cespuglieti radi, zone di boscaglia, macereti

Sud Europeo


V32 Vipera aspis MAPPA.jpg