Pelobates fuscus (Laurenti, 1768)

Da Legge regionale 10 - Flora e piccola fauna protette in Lombardia.
Versione del 6 feb 2011 alle 19:11 di Ct50ct (discussione | contributi)
(diff) ← Versione meno recente | Versione attuale (diff) | Versione più recente → (diff)
Jump to navigation Jump to search

Pelobate fosco B1

Leg zoo 01.jpg 80 mm Fam. Pelobatidae
V09 Pelobates fuscus.jpg Specie fossoria dall’aspetto di un piccolo rospo privo però di ghiandole parotidi; la presenza di robusti tubercoli metatarsali, che utilizza per affossarsi nei terreni sabbiosi e un caratteristico odore di aglio, ne facilitano il riconoscimento.

I maschi sono privi di sacchi vocali. Il colore di base può essere grigio perla o bianco-giallastro, su cui si distinguono macchie grigio-verdastre più o meno isolate oppure presentare macchie che si fondono per formare due bande scure più o meno parallele all’asse longitudinale del corpo. Piccoli puntini rossastri sono presenti sui fianchi e sul dorso.

Questa specie, in particolare la sottospecie italiana P. f. insubricus, è inclusa come prioritaria negli allegati II e IV della Direttiva Habitat 92/43/CEE.


Al di sotto dei 400 m s.l.m.

Frequenta ambienti anche molto diversi fra loro, purché con presenza di suoli sabbiosi o, comunque, soffici

Turanico Europeo


V09 Pelobates fuscus MAPPA.jpg